amoreepsichefg1

I numeri dell’amore nella convivenza

    L’idea di questo articolo è nata alcuni giorni fa dopo aver incontrato una cara amica che non vedevo da tempo, la quale mi confidava di aver capito soltanto adesso il motivo della sua perfetta convivenza dopo tanti anni di matrimonio: IL NON AVERE ASSOLUTAMENTE NULLA IN COMUNE CON SUO MARITO e l’essere riuscita a trarre il positivo da quello che molte persone definiscono incompatibilità.

Per questa coppia l’incompatibilità è motivo di dialogo per raggiungere o mantere l’accordo.

Il mio pensiero è corso immediatamente al profilo numerologico, questa antica scienza capace di fornirci tanta conoscenza relativa al nostro carattere compreso il passaggio forse più importante: Il profilo sentimentale.

Sicuramente quando l’amare profondamente racchiude in se quel potere impossibile da sottovalutare anche gli ostacoli non sono un problema.

Riuscire a mantenere un magico rapporto anche quando il famoso fuoco iniziale non arde più e le braci restano sotto la cenere non è certamente facile se non si riconoscono quei compromessi difficili da accettare.

Da questo amichevole dialogo ho avuto conferma che molte unioni finiscono per mancanza di reciproca comprensione.

Nel confidarsi mi diceva che a lei avrebbe fatto piacere un compagno di vita col quale condividere ogni cosa (necessità dettata dal numero 2 il Fanciullo) invece si è ritrovata a dover svolgere il più delle cose da sola, scoprendo di riuscire a mettere in pratica molto bene la sua indipendenza (componente donata dal numero 1 il Guerriero) non soffredo di solitudine, anzi, esserne fiera della sua capacità d’azione, la quale viene maggiormente messa in risalto dal marito quando le dice: nessuna donna è in gamba come te nel saper risolvere ogni cosa…..ma se non ci fossi io ( qui lui esprime chiaramente la necessità del numero 6 l’Angelo Custode nel prendersi cura del prossimo anche se soltanto psicologicamente perchè non richiesto).

Lei pur di vivere armoniosamente si assoggetta alla maggior parte delle sue richieste, non per servilismo ma divenendo camaleontica nel sapersi assoggettare a chi le sta di fronte (questa capacità le viene donata dal numero 3 il Giullare) mettendo di conseguenza il marito in difficoltà nel chiedersi: ma tu chi sei realmente? (ecco il numero 6 che perde sicurezza).

Importante è riuscire con spontaneità e senza calcolo alcuno che l’uno esprima ciò che l’altro comprende.

Come ad esempio quando lui si chiude in salotto davanti alla tv per seguire un programma che gli intressa, lei fa tesoro di questi momenti di solitudine per entrare in perfetto contatto con se stessa, proprio ascoltandosi interiormente e darsi le risposte di cui ha necessità a livello professionale (questo momento è dedicato al numero 7 il Saggio), in quanto avendo una professione che le richiede potere decisionale ha necessità di far tesoro delle proprie idee per dimostrare sovranità (numero 8 il Sovrano).

Ed ecco invece il momento in cui si ritrovano a parlare di ogni cosa: acquisti, vacanze, ecc. ecc. spaziando in ogni dove per colmare la loro curiosità di sapere e conoscere ( qui entrambi stanno esprimendo il Cercatore, numero 5) con tanti buoni propositi di portare avanti ogni interesse in comune….ma tutto ridiventerà come sopra descritto, facendo comunque tesoro ognuno delle proprie forze, non tramutandole in debolezze ma aiutandosi (anche se non troppo) sia manualmente che psicologicamente.

La comprensione di lei viene meno quando lui scambia la loro bella casa per un magazzino, ossia appoggiando ogni cosa dove capita, qui si scontra il disordine di lui con la mania dell’ordine di lei perchè questo particolare la porta a tratti a divenire il dogma di se stessa (caratteristica del numero 4 il Costruttore) e riuscire a perdere la pazienza come in nessun altra occasione, e nel non vedersi rispettata come vorrebbe (numero 9 il Liberatore posto al negativo) non si assume la responsabilità della discussione, anzi non si scompone e non se la prende ma contatta un impresa di pulizie per il riassetto della casa, dimostrando ancora una volta che è meglio essere uno spirito libero (riemerge nuovamente l’energia del numero 1 il Guerriero che si associa al 3 il Giullare) che vivere nell’apatia o in quell’animosità che sottolinea 1000 difetti ponendo di conseguenza il rapporto in completa incomprensione.

2 comments for “I numeri dell’amore nella convivenza

  1. giuseppe
    29 marzo 2012 at 07:05

    Condivido l’articolo perché é lo specchio della realtà.
    Per convivere servono ingredienti compatibili, ma soprattutto
    introspezione e far risaltare le doti e le qualità positive
    dell’altro. Vedere il bicchiere sempre mezzo pieno ed essere
    POSITIVI anche nei confronti degli ostacoli che sono solo un
    insegnamento, capire quale…..
    Grazie e Luminosa Giornata
    giuse

  2. 31 marzo 2012 at 11:23

    Grazie a Te Giuseppe ho apprezzato molto il commento!!
    Ti auguro felice sereno fine settimana, ciao. Rina

Rispondi a giuseppe Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *